Mondovì - Luigi Celeghin

E' improvvisamente scomparso il 15 dicembre 2012, due giorni dopo il suo ultimo Concerto tenuto a San Giovanni Battista dei Fiorentini in Roma. Il M° Celeghin era un artista raffinatissimo, organista, organologo, insegnante di Organo e Composizione Organistica per oltre 40 anni espletati, nella maggior parte, al Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma, dove ha curato la preparazione di moltissimi giovani che ora sono valenti e preparati organisti, e persona amabilissima, semplice, cordiale, di grande affabilità e incontro. Docente in prestigiosi Corsi nazionali e internazionali, frequentemente chiamato a far parte della Giuria di Concorsi Organistici, è stato un Concertista di fama mondiale, portando ovunque il suo vasto repertorio interpretativo e le sue geniali abilità esecutive. E' stato insignito di numerose onorificenze, tra le quali la medaglia d'argento e il Diploma di Benemerenza conferitigli nel 1983 dal Presidente della Repubblica con una profonda motivazione: 
"... validissimo concertista ... svolge la propria attività con grande rigore, sia didattico che artistico, con ampie dimostrazioni e riconoscimenti di competenza nel campo tecnico. Ha dato vita ad una propria scuola nel solco della tradizione organistica italiana, preparando schiere di giovani nella precisa matrice artistica."
La nostra conoscenza del M° Celeghin risale al 2 luglio 1995 quando tenne il Concerto di inaugurazione dei restauri appena ultimati all'organo del Santuario Basilica di Vicoforte; tornò per la Stagione autunnale Ceciliana con un Concerto all'organo della Cattedrale di Mondovì il 5 ottobre 1997. Con noi, molti cultori dello strumento ricordano le sue brillanti interpretazioni, la sua forte carica artistica, professionale e umana, la sua passione esecutiva, la sua capacità di spaziare, con lo stesso spessore e la stessa pregnanza, su brani di provenienza molto diversa e, insieme, il calore della sua amicizia, la positività e l'ottimismo dei suoi incontri, l'attenzione alle persone e la loro valorizzazione.

Testata: 
Mondovì Ceciliana
Articolo: